Lavoro di valore nell’impresa sociale: non un gioco di parole ma di fatti

Scritto da: Iris Network | Pubblicato il: 28 giugno 2019

SESSIONE PARALLELA | LE SFIDE DELLA CONTEMPORANEITÀ
giovedì 12 Settembre 2019 | ore 14
A cura di Sara Depedri, Carlo Borzaga | Euricse

Dati e ricerche continuano a confermare che cooperative e imprese sociali creano lavoro e lavoro di qualità: esse hanno continuato a crescere e ad aumentare gli occupati anche durante gli anni della crisi economico-finanziaria; tra le imprese sociali erogatrici di servizi aumentano gli assunti e le professionalità; nelle imprese di inserimento lavorativo si diversificano settori e quindi ruoli e formazione, anche e prevalentemente a favore delle categorie di lavoratori svantaggiati. Coinvolgimento, welfare aziendale e stabilità occupazionale sembrano essere altre parole chiave del lavoro in queste imprese. Forse con una riduzione tuttavia delle motivazioni intrinseche. Ma si tratta pur sempre di dati medi. Quali sono concretamente le pratiche che possono inquadrare oggi il buon lavoro ed il nuovo lavoro nell’impresa sociale? Quali sono i cambiamenti nella composizione degli occupati e nella capacita di attrarre laureati? Quale l’apertura a nuove tipologie di svantaggio sul mercato del lavoro, con inserimento lavorativo di rifugiati o dei neet? E con quali strategie per un successivo collocamento in imprese ordinarie? I livelli di remunerazione sono sempre ad una soglia critica o esistono buone prassi di benefit e metodi di compensazione extra salariale? Come si continua a sostenere la motivazione e la soddisfazione per il lavoro? In sintesi, come hanno innovato le proprie politiche del personale le imprese sociali nell’ultimo decennio e quali sfide si trovano ad affrontare per continuare a sostenere il benessere dei propri lavoratori?

Il Programma di WIS19 (in progress)


Iscriviti subito

Con il contributo di

Partner

Media partner